Bellezza Benessere

MACCHIE SOLARI E ABBRONZATURA , COME PROTEGGERE LA PELLE!

Se non avete mai sentito parlare di layering quest’ articolo può chiarirvi le idee. Tutte le strategie per una sana esposizione al sole proteggendo la pelle fin dai primi giorni.

Già in primavera dalle prime esposizioni al sole la pelle va protetta ovvero anche per una semplice passeggiata al parco o un giro in bici. Collo, viso, décolleté, braccia, mani (e tutte le parti del corpo non coperte da indumenti) hanno bisogno di una  protezione Spf per i raggi Uv.

I metodi per preservare la salute della nostra pelle e la conseguente comparsa di rughe e macchie cutanee sono molteplici. Vediamo di seguito tutte le conseguenze di un’ esposizione incontrollata .

I danni da fotoesposizione’, ovvero quell’insieme di processi indotti dai raggi Uva, Uvb, Uvc, infrarossi e luce visibile (luce blu), danneggiano la struttura della pelle e il suo Dna. Raggi corti e lunghi, che penetrano nella pelle a diverse profondità, sono la causa di macchie scure, di elastosi (condizione degenerativa che colpisce il tessuto connettivo del derma ed è responsabile di assottigliamento della pelle, perdita di elasticità, rughe, aridità), di melanoma e di carcinoma spinocellulare (quest’ultimo colpisce con maggior frequenza le zone maggiormente esposte ai raggi solari come viso, mani, collo, décolleté e cuoio capelluto). Il segreto di una pelle sana e illuminata da una splendida abbronzatura risiede nella sua capacità di accogliere il sole in sicurezza. Come? Con un cosmetico che risveglia la melanina, con gli alimenti e gli integratori che irrobustiscono la pelle, con un uso corretto delle creme solari e della durata e qualità di esposizione al sole.

Per attivare l’ abbronzatura è necessario un’esposizione graduale al sole (evitando le ore dalle 12 alle 15) facendosi supportare dall’aiuto di cosmetici mirati come preparatori solari attivatori e acceleratori ricchi di vitamine, principi attivi ed estratti vegetali che sono in grado di promuovere la produzione della melanina e di inibire lo stress ossidativo responsabile dell’ invecchiamento cutaneo. Questi aiutanti attivatori dell’abbronzatura si utilizzano su viso e corpo almeno 10 di giorni prima di esporsi al sole proseguendo poi per tutto il periodo estivo; in questo caso si predilige l’intensificatore prima della crema protettiva ante esposizione.

Proteggere la pelle con il layering .

Il metodo più efficace per proteggere e riparare la pelle è il layering , ovvero la stratificazione cosmetica : siero e/o protezione+protezione solare. Ecco come si esegue: si applica un siero e /o crema specifici per il proprio tipo di pelle; in caso di macchie una crema schiarente andrà benissimo altrimenti consiglio una crema o un siero alla bava di lumaca (riparatrice, antiossidante , schiarente , antirughe, sebo-normalizzante) poi si sovrappone con una protezione solare con filtro Spf da 30 a 50 in base al proprio fototipo prediligendo la Spf 30 per le more con occhi scuri e capelli dal castano scuro al nero corvino e la Spf 50 per le pelli chiare, con gli occhi che vanno dal castano chiaro al verde, azzurro e capelli dal castano chiaro al biondo freddo o al rosso carota. Spf più basse non garantiscono in nessun caso un’adeguata protezione.

I vegetali da prediligere per una sana e duratura abbronzatura sono quelli di colore ROSSO, GIALLO E ARANCIONE. Ricchi di beta-crotene vit. A, C, E polifenoli aiutano contro lo stress ossidativo (per stress ossidativo si intende la rottura del fisiologico equilibrio tra produzione ed eliminazione di specie chimiche denominate “radicali liberi”) . Da mangiare quindi ogni giorno si trovano in vegetali come la zucca, le carote, pomodori, peperoni, ribes, fragola, paia, mango, pesca, albicocca, mirtilli, finocchi, insalata, bietole, cavoli, verza, mandarino, melone.

Un altro valido aiuto sono gli integratori. Sono booster di nutrienti che proteggono la pelle dall’interno riducendo il rischio di scottature e prevenendo la comparsa di eritema; con i flavonoidi e la vit C favoriscono un’abbronzatura uniforme. Vanno assunti giornalmente cominciando almeno 30 giorni prima di esporsi al sole continuando anche 15 giorni dopo .

Occhio al tè, caffè e cacao se hai più di 30 anni. Stimolano la sintesi del collagene ma anche la produzione di melanina. Di conseguenza se da un lato favoriscono l’abbronzatura dall’altro possono accelerare la comparsa di macchie nei soggetti over 30 e di chi ha predisposizione alle discromie. Una tazzina di caffè al giorno, una tazza di tè, un quadratino di cioccolata vanno bene ma mi raccomando senza eccessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...